Vai ai contenuti
 

Comune di Ittiri

Sei qui: HOME » Articoli » Inaugurata la fonte pubblica "S'abba nostra'

Inaugurata la fonte pubblica "S'abba nostra'

22 gennaio 2014

ITTIRI.

Ieri mattina, nell'ampio parcheggio attiguo al cimitero, è stata inaugurata la fonte di “S'abba nostra”, realizzata già da alcuni mesi ma, in attesa di entrare in funzione per la ritardata consegna al Comune delle schede magnetiche necessarie per il prelievo dell'acqua da parte dei cittadini. A benedire la nuova struttura, alla presenza di un numeroso pubblico formato prevalentemente dagli alunni delle scuole elementaru, è stato padre Antonio Cugusi, parroco di San Francesco, unitamente a padre Luigi Maiocchi, parroco di San Pietro. Il sindaco Tonino Orani ha voluto sensibilizzare i giovani alunni sull'importanza dell'acqua, bene prezioso in quanto di primaria importanza per la vita dell'uomo, ponendo l'accento sulla necessità di un uso razionale e responsabile. «Con l'utilizzo di questa fonte - ha dichiarato l’assessore all’ambiente Gianni Simula – si abbatterà il consumo della plastica e delle emissioni in atmosfera dovute al trasporto dell'acqua che spesso arriva da fuori dell'isola».

La fonte è alimentata dall'acqua della rete pubblica ma, prima dell'erogazione, subisce un processo di filtraggio e disinfezione, attraverso filtri a carboni attivi e trattamenti con raggi UV che eliminano totalmente le sostanze che rendono l'acqua della rete non gradevole al gusto. I controlli dell'acqua in uscita, quella cioè che va a riempire i recipienti degli utenti, vanno fatti con scadenza bimestrale ma, ha dichiarato Simula, a Ittiri si punterà a un controllo mensile.

Per avere accesso al servizio i residenti debbono richiedere, recandosi all'ufficio anagrafe del Comune in via Marini, una scheda magnetica che abilita al servizio e che verrà caricata con l'equivalente di 500 litri a componente del nucleo familiare. IL costo al litro di 1 centesimo è irrisorio se lo si paragona al costo dell'acqua che si acquista in bottiglia che parte da un minimo di 15-16 centesimi al litro. la dotazione attribuita è stata calcolata sul consumo pro capite medio di un anno. Sarà comunque possibile utilizzare la dotazione per l'anno successivo, o, ricaricare in corso d'anno qualora si consumi tutta la quantità di acqua attribuita.Un sistema computerizzato provvederà a detrarre la quantità di acqua prelevata, di modo che sarà possibile conoscere dal display dell'apparecchiatura la dotazione residua.

Le Scuole di Ittiri sono state nel frattempo dotate di erogatori di acqua naturalizzata a disposizone gratuitamente degli alunni e del personale.

 


Torna su